sopracciglio

Informazioni ATEC

ATEC è un’asssociazione che riunisce operatori del settore dermopigmentazione e/o trucco/tatuaggio estetico. Non è una scuola ed al momento non organizza corsi base, ma promuove corsi di specializzazione o di livello superiore ESCLUSIVAMENTE per i soci e comunque per persone che già sanno di dermopigmentazione.

A livello informativo rendiamo noto che in Italia non esiste una legge quadro nazionale che regolarizzi il settore tatuatori, lo stato ha quindi demandato alle regioni il compito di legiferare in materia, per cui chi è interessato ad intraprendere la professione del tatuatore deve rivolgersi alla propria Regione.

Si porta altresì a conoscenza che gli attestati conseguiti hanno valore esclusivamente nella regione ove vengono rilasciati.

Vero è che i corsi regionali hanno nella maggioranza dei casi un indirizzo quasi esclusivamente igienico sanitario con nozioni di tatuaggio, trucco, pigmenti e dermatologia, ma che riteniamo assolutamente insufficienti per intraprendere bun ‘attività ancor meno per avere la capacità professionale di eseguire alcun tatuaggio.

A nostro avviso i corsi di una certa serietà sono più quelli di alcune ditte che commmercializzano i prodotti che quelli di carattere regionale o delle scuole stesse.

News inserita il 20/02/2018

varie

CONGRESSO STRESA 11/12/13 GIUGNO 2014

ATEC INFORMATION 1
CONGRESSO STRESA 11/12/13 GIUGNO 2014

A Stresa si e’ svolto il congresso di micropigmentazione organizzato
dall’azienda italiana BIOTEK.
Arrivati sul lago Maggiore, in una splendida giornata in cui il sole fa
scintillare le acque del lago, si rimane colpiti da quella che è
indubbiamente una delle meraviglie del nostro bel paese.
Il maestoso e antico hotel Regina Palace ha fatto da cornice a questa
manifestazione.
E’ stato un evento diverso rispetto ad un congresso classico, un mix di
relazioni, tradotte simultaneamente in 4 lingue, ha piacevolmente coinvolto
i circa 150 partecipanti, di cui il 45% Italiani e 55% stranieri provenienti da
27 paesi.
Il tutto molto ben organizzato. Nelle due sale adiacenti venivano eseguite
le parti pratiche e teoriche in alternanza così da mettere tutti i partecipanti nelle condizioni di fare
immediatamente pratica durante le relazioni sui svariati argomenti.
Le sequenze di interventi erano intervallati da workshops e laboratori. Cinque dimostrazioni dal
vivo riprese e commentate in diretta.
I grandi video ad alta risoluzione davano immagini ingrandite e ben visibili dei lavori eseguiti dai
relatori, ogni partecipante poteva mettere in pratica simultaneamente i suggerimenti degli esperti
avendo a sua disposizione una postazione di lavoro fornita di: pelle sintetica, apparecchio, aghi e
colori Biotek.
Purtroppo per mancanza di tempo ho potuto essere presente solo all’ultima mezza giornata di
congresso ed ho assistito a queste telazioni:
ANNA SAVINA Permanent Make up Artist.
Il suo intervento ha dimostrato su pelle sintetica una tecnica di ricollocazione tridimensionale
dell’areola. I partecipanti dalla propria postazione di lavoro potevano provare ad eseguire
direttamente le varie sfumature di colore.
Degna di nota la relazione di TRACEY SIMPSON Permanent Make up Artist,
che comprendeva anche slide sulla la ricostruzione chirurgica del seno dopo l’asportazione del
tumore. Ha illustrato le tecniche di torsione del tessuto per ricreare il capezzolo e le varie
metodiche per ricolorare l’areola e le cicatrici con la micropigmentazione.
IL dott. VITALY KLIMOV e il dott. PIERLUCA D’ADDETTA hanno parlato del laser Q-switch, ormai sappiamo essere uno dei pochi strumenti in grado di eliminare i tatuaggi senza danneggiare la pelle.
Il dott. MASSIMO FROIO, proprietario dell’azienda Biotek, ha concluso il congresso con i saluti di rito, presentandosi insieme alla sua bella famiglia che si è impegnata alla riuscita di questo evento.
Tutti i collaboratori che hanno lavorato, sia sul palco, che dietro le quinte, sono stati ringraziati con un entusiasmo tipicamente nostro italiano che ha coinvolto tutti.
Complimenti a Massimo Froio e grazie per avermi ospitata.
Buon lavoro a tutti
Claudia Magnani
Socia e vicepresidente ATEC
Relazione di Giuditta Mereu socia ATEC
Il congresso ha previsto 10 interventi di relatori di mezz’ora circa l’uno, tutti con traduzione simultanea (inglese, russo, norvegese ed italiano); gli interventi erano supportati da video esplicativi di alcuni trattamenti eseguiti con commento da parte del relatore, disponibilità dello stesso a rispondere alle domande dei partecipanti.
Relatori e relativo staff:
1. YEVGENIA AYTAS Permanent Make-Up Artist -(Holland)
2. LINE EKELUND Permanent Make-Up Artist (Norvegia)
3. TATJANA PETRAITIS Permanent Make-Up Artist (Estonia)
4. ANNA ZABOLOTNAYA Permanent Make-Up Artist (Russia)
5. TRACEY SIMPSON Permanent Make-Up Artist(Gran Bretagna)
6. ANNA SAVINA Permanent Make Up Artist (Russia)
7. ELENA PAVLOVA Permanent Make-Up Artist(Russia)
8. DR VITALY KLIMOV Medico Estetico (Russia)
9. DR PIERLUCA D’ADDETTA Medico Estetico (Italia)
10. KRISTINA WENNINGER Permanent Make Up Artist (USA)
11. MASSIMO FROIO Founder and President of Biotek (Italia)
12. MATTEO PERAZZI Permanent Make-Up Artist (Italia)
13. MAR DIAZ VALLE Permanent Make p-Up Artist (Spagna)
14. EMANUELA TRUFFINI master teacher Biotek (Italia)
15. CRISTIANA CAUSO Permanent Make-Up Artista ( italia )
16. ANDREA PALLANCA make-up artist master teacher BIOTEK (Italia)
17. ELENA SACCHETTI responsabile del laboratorio dei pigmenti master teacher Biotek (Italia)
Di seguito una breve sintesi di ciascun intervento de parte dei diversi relatori.
YEVGENIA AYTAS
Correzioni
Ha fatto vedere vari casi di trucco permanente (sopracciglia – bocca) errati o virati di colore.
Ha spiegato come vanno corretti e come lei, attraverso vari strati di colore, corregge i colori e le forme sbagliate.
LINE EKELUND
LABBRA: design perfetto & VALORIZZAZIONE LIP-FORMULA
Ha spiegato l’importanza delle proporzioni auree, soffermandosi in particolare sulle labbra (“per ogni volto il proprio labbro”).
Ha dimostrato che attraverso l’applicazione delle proporzioni auree si può ottenere una misura perfetta dello spessore sia del labbro superiore che inferiore. Questo effetto viene ottenuto attraverso il disegno e giochi di colore; il risultato è un aspetto giovane e fresco delle labbra, più carnose ma al tempo stesso naturali.
TATJANA PETRAITIS
PALPEBRE: pigmentazione degli OCCHI fashion
Ha fatto vedere un modo nuovo di tatuare la palpebra mobile.
Ha usato colori molto contrastanti, chiari e scuri, creando un eyeliner con una particolare sfumatura. Questa tecnica l’ha chiamata “Butterfly and Smoky eyes”.
È molto utile nei casi di lavori vecchi e molto virati.
ANNA ZABOLOTNAYA
LABBRA: VOLUME COME MATTER OF ILLUSION
Una bellissima esposizione per cambiare il modo di disegnare le labbra.
Tale metodo prevede principi di composizione, proporzioni, anatomia plastica, regole di luce e ombra.
E’ stato posto l’accento sull’importanza del ruolo dell’ombreggiamento nella procedura di make-up permanente.
TRACEY SIMPSON
DIETRO LA PROCEDURA AREOLA
Tracey ha fatto vedere una serie di slide fornendo una panoramica delle procedure chirurgiche che i pazienti affrontano nei vari casi di malattia e non, e delle varie cicatrici che questi interventi lasciano.
Sono stati presentati vari lavori svolti.
ANNA SAVINA
PROCEDURA BLUSH E FACE ILLUMINATION
Questa procedura è la novità più interessante di tutto il congresso.
Anna ha avuto un’idea straordinaria: migliorare la forma del volto, creando dei punti d’ombra e punti di luce.
Ha presentato il fard permanente, diluendo il pigmento 1:10. Il risultato è ottimo.
ELENA PAVLOVA
ANNA SAVINA
SOPRACCIGLIA IDEALE PER SODDISFARE LO STILE DIVERSO PER OGNI DONNA DONNA
In questo intervento hanno descritto l’importanza di scegliere il colore più giusto per ogni tipologia di donna e la forma più corretta in base alla fisionomia del viso (quadrato, tondo, triangolare).
E’ stata evidenziata l’importanza di tenere conto anche dello spessore del tessuto, della qualità dei capillari e del colore dell’incarnato. In definitiva il consiglio è di decidere forma e colore solo dopo un’attenta analisi.
 ANNA SAVINA
AESTETHIC RE-PIGMENTATION OF AREOLA
Questa tecnica è una specializzazione che si consegue dopo vari corsi di trucco permanente. Specializzarsi vuol dire dare più sevizi ai nostri clienti e quindi aumentare il nostro business.
La pigmentazione areola-capezzolo si può eseguire in tutti quei casi di:
• recupero totale della areola-capezzolo dopo una mastectomia
• forma parziale e correzione del colore dell’areola dopo traumi o disturbi
• correzione di cicatrici intorno all’areola
• correzioni di assimetrie e di colore.
Dr. VITALY KLIMOV
Dr. PIERLUCA D’ADDETTA
REMOVING PERMANENT MAKE-UP USING LASER TECHNOLOGY
Hanno descritto la tecnica per togliere il tatuaggio.
L’unico strumento da utilizzare, da parte di personale medico, è il Laser switch perché non lascia cicatrici evidenti sul tessuto.
E’ consigliabile fare varie sedute; la quantità dipende dalla tipologia di pigmento e dalla profondità.
I risultati sono ottimi.
Hanno illustrato vari casi, presentando fotografie dei lavori e risultati ottenuti
KRISTINA WENNINGER
MICRONEEDLING AS SUPPLEMENTARY PROCEDURE
Kristina è una micropigmentatrice ed estetista americana, da vari anni esegue una tecnica complementare al nostro lavoro.
Il microneedling è una tecnica di stimolazione cutanea che può essere eseguita con svariate apparecchiature tra cui anche il dermografo, utilizzando un ago flat con almeno 9 punte.
La tecnica può essere eseguita in varie parti del corpo, sia su pelli sane, sia su cicatrici, sia su smagliature.
Il MICRONEEDLING, lo trovo un trattamento bellissimo ma forse complicato per noi da gestire, molte micropigmentatrici non sono Estetiste, e scarseggia la conoscenza scientifica della pelle.
Farò sicuramente il corso per capire le applicazioni .
MASSIMO FROIO
PIGMENTI ORGANICI E INORGANICI
L’intervento di Massimo è stato molto interessante: ha spiegato nel dettaglio le differenze tra pigmento organico e inorganico, analizzando le relative etichette e i loro componenti.
Ci ha fatto vedere come si comportano i pigmenti con varie soluzioni di solventi.
Dopo questo intervento abbiamo avuto la possibilità di maneggiare le polveri dei pigmenti e capire come devono essere miscelati per ottenere il colore desiderato.
MATTEO PERAZZI
UOMO E DONNA
Esperto micropigmentatore, Matteo ha presentato le differenze del viso tra uomo e donna, analizzando nel dettaglio i due crani (in particolare le ossa del volto).
Questo tipo di analisi serve per capire la traiettoria del pelo, perché cambia da uomo a donna.
MAR DIAZ VALLE
HOW TO TURN COMPLETALY THE LOOK OF THE GLANCE
Esperta micropigmentarice da oltre 20 anni.
Ha presentato la copertura delle occhiaie, utilizzando sempre il dermografo come apparecchiatura.
Per fare questo trattamento bisogna analizzare in profondità la pelle perché la scelta del colore è fondamentale. Ha fatto vedere vari casi trattati, con risultati soddisfacenti.
Personalmente ho delle perplessità su questa tecnica, le occhiaie sono fatte di una cute sottile e delicatissima e cambiano spesso di colore, per questo vedo rischiosa una copertura, se il colore vira si può avere un l’effetto accentuato.
ANDREA PALLANCA
QUANDO IL MAKE-UP INCONTRA IL PERMANENT MAKE-UP
Truccatore di fama internazionale.
Ha fatto una lezione di trucco dove ha spiegato come correggere la varie tipologie di viso .
CRISTIANA CAUSO
MATTEO PERAZZI
SOPRACCIGLIA REALISTICA
Cristiana, lavorando, ha eseguito una sopracciglia realistica mentre Matteo commentava ciò che stava facendo.
Il tutto era ripreso con le telecamere, affinchè noi potessimo seguire l’esercizio e ripeterlo su materiale sintetico.
CONCLUSIONI
Il congresso mi è piaciuto molto sia come organizzazione sia come Relatori.
Sono stati due giorni e mezzo molto interessanti con ampi spunti di riflessione.
Confrontarsi con colleghi stranieri e’ stato stimolante e positivo.
Giuditta Mereu

News inserita il 12/07/2014

varie

Berlino – II° Congresso Internazionale di dermopigmentazione

ATEC e’ presente per la seconda edizione del congresso internazionale di Berlino per comunicarvi le  novita’ del settore.

3 giorni di informazioni  e corsi per i 250 partecipanti provenienti da oltre 20 paesi del mondo.

7 lingue in traduzione simultanea  per dare a tutti la posibilita’ di seguireagevolmente  le relazioni, pochissimi gli Italiani presenti.

Ottima l’organizzazione  che ben rappresenta il sig. Joern Kluge proprietaridell’azienda MT-DERM

Moderatrice Sara Lopez direttore azienda MT-DERM  Germania Relatori:

dott.ssa Susanne Herrmann_Germania

Estetista micropigmantatrice Anja Shollenderger_Germania

micripogmentatore Alex Kurucz_Olanda

Micropigmentatrice  Renata Siqueria_Brasile

Importatrice  italiana  per l’azienda  Amiea Rita Parente _Italia 

Micropigmentisti Ennio Orsini_Italia

micropigmentatire Toni Belfatto_Italia

Micropigmentatrice Kelli Forshaw  e Tarry Vice_Gran Bretagna 

dott.Iain Brown_Gran Bretagna

dott. Henrik Petersen_Garmania

Micropigmentatrice e direttore per la  ditta Amiea Sonia Laake _GermaniaChimico dei laboratori MTDERM  Dirk Lewe_Germania 

Direttore dell’azienda Finishing touches Samantha Jones_Gran Bretagna

Micropigmentatrice Helen Porter _Gran Bretagna

Micropigmentatrice Susie Bavister _Gran Bretagna

Micropimentratrice Linda Han _Cina

Micropigmentatrice Vikki Chan _Cina

Micropigmentatrice formatrice della ditta Amiea Claudia  Ades Italia

NOVITA’! TECNICA PER LA RICRESCITA DEI PELI 

Il sig. Alex Curucz olandese, ha suscitato interesse e polemiche all’interno del congresso con la sua relazione.

Ha documentato con immagini l’infoltimento  di peli  in zone che fino ad allora erano rade, come le sopracciglia e il cuoio capelluto.

 INTERESSANTE la relazione del dott. Herrik Petersen, ha parlato dei prodotti del post micropigmentazione e dell’importanza di documentare bene alle clienti quale tipi di prodotti usare  nelle 3 settimane successive al trattamento.

 RUGHE: La micropigmentatrice  Kelly Forshaw ha mostrato una tecnica  di stimolazione leggera   con aghi da tatuaggio  sulle rughe.Questa tecnica stimola il tessuto a riparare e porta ad un miglioramento della ruga stessa.

CORSI

ho partecipato al corso del terzo giorno di  “sopracciglia  tridimensionale”,tenuto dalle docenti micropigmentiste  Linda Han  e  Vikki Chan  provenienti dalla  Cina.

Le  soppracciglia asiatiche sono diverse da quelle europee, sia per lo spessore del pelo che per  la  sua inclinazione oltre al gusto estetico.

Brave le docenti,  unico neo tutto in lingua inglese senza traduttore.

 GRAZIE :  a Sara Lopez per il sua disponibilita’ nei confronti di ATEC grazie anche ad Ennio Orsini ,Toni Belfatto e Rita parente  che hanno rappresentato l’Italia.

 Buon lavoro a tutti !!     Claudia Magnani

 COMMENTO DI MARIA ROSA SUAREZ  PRESIDENTE ATEC

Ho voluto partecipare anche alla seconda edizione di questo congresso con l’aspettativa di trovare qualche novità e di conoscere altri collegi con i quali poter  scambiare informazioni, devo dire che ho trovato  entrambe le cose.

Vorrei  sottolineare il piacere di ritrovarmi con le socie ATEC, sia  quelle più assidue che  quelle meno.  

I nostri incontri sono come al solito focalizzati sul lavoro senza trascurare l’importanza di confrontarsi e rafforzarsi.

Daro’ a riguardo una opinione sulle relazioni per me più interessanti:

L’olandese Alec kurcz, ha illustrato  una tecnica con la quale poter infoltire i peli delle sopracciglia, un procedimento atto ad ottenere  lo sviluppo di numerosi follicoli  per mezzo di una metodica  operativa che noi gia usiamo. ( a breve ATEC organizzerà un corso con questa tecnica)

Un’altra relazione che mi ha colpito e’ stata quella Della sig. Renata Siqueira del Brasile, la quale  ha proposto una rivisitazione di un vecchio metodo per la rimozione del trucco permanente, con risultati davvero ottimi.  Anche con lei abbiamo presso accordi con l’intenzione di organizzare una giornata formativa in Italia.  

La sig. Tarryn Vice della Gran Bretagna ha mostrato il perfezionamento del metodo di  skin rejuvenation con la tecnica del needlen applicato nelle macchine di micropigmentazione,  era già stato presentato 2 anni fa ma ulteriormente sviluppato durante questo periodo..

Il Dr. Henrik Petersen ha tenuto una interessante relazione riguardo l’interazione tra tipologia e metodologia di applicazione nei prodotti del post-tatuaggio, spiegando quali sono le indicazioni nell’uso di un gel piuttosto che di un unguento, ha elencando le sostanze che favoriscono o  inibiscono la guarigione e  il fissaggio del pigmento.

Sono soddisfatta e consapevole di  tornare a casa con un bel bagaglio di nozioni da approfondire, sono altresi contenta  di aver avuto questa opportunità e spero nella prossima occasione di trovare in questi importanti eventi più colleghe micropigmentiste italiane,  per alimentare il ruolo di pioniere di una professione che  annovera tra noi molte delle più brave operatrici al mondo. 

Rosa Maria Suarez    Presidente ATEC

COMMENTO DI LAURA CIONI SOCIA ATEC

Alec Curucz specializzato in micropigmentazione  e laser terapia  proveniente dall Olanda ha presentato un metodo e prodotti (Hair Rescue) a base di vitamine e proteine vegetali.

 Questo prodotto ,se applicato  con il dermografo per la micro pigmentazione inserendo l ago in direzione del bulbo pilifero favorisce  la ricrescita del pelo,rendendoli   più robusti.

Ha presentato diversi casi di persone trattate che sono migliorate grazie  al suo metodo, dopo  aver eseguito  diverse sedute nell’arco di un anno hanno riacquistato peli sulle sopracciglia  e capelli.

il relatore ha sottolineato però  che questo trattamento ha una percentuale di fallimento ,i suoi corsi di formazione insegnano la tecnica manuale e  come riconoscere la tipologia di peli o capelli che se trattati possono dare un risultato soddisfacente .

 Laura Cioni

 COMMENTO DI MARIA TARESA ROSSO SOCIA ATEC

Cari colleghi al ritorno da Berlino volevo esprimere un giudizio sul congresso Permanent Make Up di MT-DERM

Nel suo complesso è stato ottimo con validi interventi ricchi di contenuti. In modo particolare mi è piaciuta, la conferenza tenuta da un gruppo di professioniste inglesi, che appartengono alla “ FINISHING-TOUCHES-GROUP”, dermopigmentiste che negli ultimi anni hanno avuto modo di sperimentare il “DIGITAL SKIN NEEDLING”, utilizzando i dermografi da dermopigmentazione.

Con questo metodo creano una ‘”Irritazione”delicata alla barriera protettiva dell’epidermide, questo avvia un processo di stimolazione nel corpo inviando nuovi fattori di crescita tra cui il COLLAGENE per favorire la rivitalizzazione, si sfrutta inoltre  l’occasione per infondere nell’epidermide prodotti per l’idratazione come l’acido jaluronico.

Per questa tecnica vengono utilizzati aghi 3 o 5 micro, si lavora lungo la ruga (o cicatrice) in modo delicato e lento, si crea un’irritazione  mite e moderata non più traumatica come si faceva all’inizio. I risultati sono gli stessi se non migliori e il post trattamento è più tollerabile. Per il trattamenti più SOFT-RIVITALIZZANTI, si utilizza la “MESO VYTAL” e con questo metodo  vengono applicate sul dermografo cartucce ad 8 aghi di plastica che veicolano nell’epidermide un pool di vitamine per la pelle.

A fine commento approfitto  per lanciare un abbraccio ai miei compagni di viaggio, che come sempre sono stati fantastici,ci siamo divertiti moltissimo, con la consapevolezza di arricchirci professionalmente.Grazie a Laura,Rosa,Claudia ed Enrico. 

Alla prossima!!!    Maria Teresa Rosso

ATEC INFORMA è un servizio Atec pere informare i soci sui movimenti e novità del mondo della Dermopigmentazione

News inserita il 21/06/2014

varie

Spese detraibili per quanti affetti da alopecia

All’AGENZIA DELLE ENTRÀTE

Direzione Regionale

Di BOLZANO

Via A. Duca da Aosta, 92

Oggetto: Istanza di Interpello

in qualità di ricorrente

ESPONE QUANTO SEGUE

essendo affetta da ALOPECIA UNIVERSALE, come da documentazione

medica,debbo per motivo estetico ma soprattutto psicologico

portare sempre la parrucca ed eseguire il tatuaggio sopraciliare.

Essendo questo un presidio terapeutico, prescritto dal medico

curante e riconosciuta da visita collegiale della commissione

sanitaria per accertamento dell’invalidità riconosciuta al 40%

nella seduta del 10 /06/2004,

La sottoscritta ritiene che il caso prospettato debba essere

risolto nel modo seguente:

che tale acquisto e intervento possa essere considerato una spesa

sanitaria et come tale, detraibile ai sensi- dell’art.15, comma 7,

Iett. c, del TUIR e del1a risoluzione n.9/E del 2010.

E CHIEDE

ai sensi dell’art. 11, Legge 2’l luglio 2000, n. 212, che codesta

spettabile Amministrazione voglia indicare, nei tempi e modi prescritti, il proprio parere riguardo la soluzione interpretativa ritenuta corretta rispetto al- caso concreto sopra prospettato.

Bolzano, 15 Maggio 2011

In fede

G ntrate

Sirezione Provinciale di Bolzano

Ufficio Consulenza Bolzano, 13 settembre 2011

Prot. n. TBL-40403/2OI I

OGGETTO: Interpello n.905-41/2011-ART.IL, legge 27 luglio 2000′ n.212.

Con I’interpello specificato in oggetto, concernente I’interpretazione

dell’art. 15, comma l, lettera c) del DPR n. 917 del 1986, è stato esposto il

seguente

QUESITO

La contribuente rappresenta che “essendo affetta da alopecia universale,

come da documentazione medica, debbo per motivo estetico ma soprattutto

psicologico portare sempre la parrucca ed eseguire il tatuaggio sopraciliare”.

Tutto ciò premesso, la contribuente chiede di conoscere se per le relative

spese possa usufruire della detrazione IRPEF per spese sanitarie, di cui all’art.15,

comma 1, lettera c), del TUIR.

SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE

L’istante è dell’avviso che, “essendo questo un presidio terapeutico,

prescritto dal medico curante e riconosciuta da visita collegiale della

commissione sanitaria per accertamento dell’invalidità riconosciuta al40Vo nella

seduta del 10/06/2004,… ritiene che il caso prospettato debba essere risolto nel

modo seguente: che tale acquisto e intervento possa essere considerato una spesa

Agenzio delle Entrate – Direzione Provinciale di Bolzano – Piazza del  Tribunale, 2- 39ì00 Bolzono

Pogina 1 di 2

sanitaria e, come tale, detraibile ai sensi dell’art. 15, comma l, lettera c), del

TUIR e della risoluzione n.9tE del 2010″.

PARERE DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE

Nella risoluzione n. 9tE del 16 febbraio 2OIO,l’Agenzia delle entrate ha

trattato la questione del riconducibilità delle spese per l’acquisto di una parrucca

per sopperire alla menomazione della perdita dei capelli a seguito di un ciclo di

chemioterapia, tra le spese sanitarie per le quali spetta la detrazione IRPEF del 19

per cento ai sensi dell’art. 15, comma l, lettera c), del DPR n. 917 del1986.

L’Agenzia ha concluso che la parrucca rientra nel novero delle spese

sanitarie detraibili se volta a sopperire un danno estetico conseguente ad una

patologia e rappresenti il supporto in una condizione di grave disagio psicologico

nelle relazioni di vita quotidiana.

Nel caso in esame, secondo quanto risulta dal certificato medico allegato

all’istanza di interpello, la contribuente necessita di parrucca in quanto affetta da

alopecia universale (patologia risultante anche dal verbale di visita collegiale

della Commissione invalidi civili). Anche nel caso di specie, quindi, la funzione

della parrucca è quella di correggere un danno estetico conseguente ad una

patologia e, contemporaneamente, di supporto in una condizione di disagio

psicologico. La stessa funzione ha il tatuaggio sopraciliare.

Per quanto sopra, si ritiene che le spese relative all’acquisto della parrucca

ed all’intervento del tatuaggio sopraciliare rientrino fra le spese sanitarie

detraibili ai sensi dell’art. 15, comma 1, lettera c), del TUIR.

Firmato dott.ssa Annemarie Zozin *

* Firma su delega del Direttore Provinciale

‘ Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi dell’art. 3, comma 2, D.Lgs. n. 39t93

Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale di Bolzono – Piazza del tribunale, 2 – 39.| 00 Bolzano

News inserita il 13/04/2014

Estetica e bellezza in Chemioterapia

ESTETICA
E BELLEZZA IN
CHEMIOTERAPIA

Una collaborazione possibile
fra diversi soggetti per la presa
in cura della paziente oncologica

LUNEDI’ 3 MARZO 2014 ore 14,30
Sala Gagliani Cna Bologna
Viale A.Moro 22

E’ gradita la prenotazione
entro venerdì 28 febbraio 2014
contattando la segreteria organizzativa
di Cna Bologna
Tel. 051 299.331
cnabenesseresanita@bo.cna.it

ore 14 ,30 Apertura lavori
MARIA GRAZIA TURRINI
Presidente Cna Impresa Donna
ore 14,45 Presentazione del convegno
CRISTINA BREVIGLIERI
Unione Benessere e Sanità Cna Bologna
ore 15,00 IL RUOLO DELLE ASSOCIAZIONI
CARLA FARALLI
Presidente Comitato Regionale Emilia Romagna
Susan G. Komen Italia
SANDRA BALBONI
Presidente Loto Onlus Bologna


ore 15,20 LA PAROLA ALLA MEDICINA
CLAUDIO ZAMAGNI Oncologo
ARIANNA DI NAPOLI Psicologa
SANDRA LORENZI Dermatologa
FEDERICO CONTEDINI Chirurgo plastico
o re 16,30 PRESENTAZIONE DI PROGETTI IN CORSO
“BELLA COME SEMPRE”
Possibilità off erte dalla dermopigmentazione
ANNA RITA MINUTAGLIO Dermopigmentatrice
La soluzione alla caduta dei capelli
ALMA CRISAFI Tecnico tricoprotesi
“MAKE UP”: l’importanza del trucco in
chemioterapia
FEDERICA FILIPPINI
Coordinatrice del progetto
PAOLA RAVAIOLI
Estetista Vicepresidente Cna Benessere e Sanità
ore 17,30 Interventi del pubblico
ore 18,00 Aperitivo
Prendersi cura del proprio corpo e valorizzarne
la bellezza sono elementi importanti anche e soprattutto
quando si aff ronta una battaglia diffi cile come quella contro
il tumore al seno o altri tumori femminili.
Il convegno vuole essere un contributo di conoscenza
rivolto a tutte le donne imprenditrici ed in modo particolare
alle imprese della “BELLEZZA” che, in rete con altri soggetti,
possono fornire un apporto signifi cativo al BENESSERE
delle donne, durante e dopo la cura oncologica, aiutandole
in tal modo a combattere la loro lotta contro la malattia.
I relatori
Sandra Balboni Dirigente di aziende e Presidente Veda srl
Federico Contedini Unità Operativa Chirurgia Plastica Cipriani,
Azienda Universitario Ospedaliera S.Orsola Malpighi
di Bologna
Alma Crisafi Imprenditrice – NaturElle Trico Systeme
Carla Faralli Professoressa di Filosofi a del Diritto ed Etica Applicata,
Scuola di Giurisprudenza, Università di Bologna
Federica Filippini Uffi cio Governo Clinico, Qualità,
Formazione – Direzione Sanitaria – Area Sicurezza delle Cure,
Azienda Universitario Ospedaliera S.Orsola Malpighi di Bologna
Arianna Di Napoli Psicologa cognitivo-comportamentale
Libera professionista in Riccione
Sandra Lorenzi Unità Operativa Dermatologia Patrizi
Azienda Universitario Ospedaliera S.Orsola Malpighi di Bologna
Anna Rita Minutaglio Imprenditrice – ARTéVISO
Paola Ravaioli Imprenditrice – Estetica Cavour
Maria Grazia Turrini Imprenditrice – Turrini Oreste srl
Claudio Zamagni Responsabile SSD Oncologia Medica
Zamagni, Azienda Universitario Ospedaliera S.Orsola Malpighi

News inserita il 22/02/2014

Amsterdam Congresso Mondiale dermopigmentazione

AMSTERDAM  PERMANENT MAKE-UP world conference 4/5 ottobre 2013 Nelle bellissima Amsterdam, la citta delle biciclette, canali e fiori, si è svolta la seconda edizione della PERMANENT MAKE-UP World conference, all’interno del sontuoso Grand Hotel Krasnapolsky.Alle 12  il sig. Armand Hoes, direttore  dell’azienda CEO Nouveau Contour, ha dato il benvenuto ai 150 partecipanti nelle 25 Lingue dei paesi che erano presenti  all’evento provenienti da 5 continenti. AMSTERDAM  PERMANENT MAKE-UP world conference 4/5 ottobre 2013.A  differenza dei congressi abituali i relatori dopo la presentazione vengono subito suddivisi ognuno in una propria sala,  dove hanno 1 ora di tempo per eseguire il loro lavoro, sia teorico che pratico. I partecipanti hanno già scelto e prenotato nella fase di iscrizione le relazioni che vogliono seguire, con l’opzione di 4 varianti se si desidera modificare.Ben 5 sale ospitano i vari argomenti in contemporanea, alcuni di questi si ripetono  durante il giorno successivo.14  I RELATORI:Rosemarie Beauchermin,AREOLA PIGMENTATION Wayne Shi ,FACIA  EXPRESSIONS  ASIAN HANDTOOL VS. MICROPIGMENTATION Majken Villafrance ,AL COLOR WASH LINER Karen Betts,HAIRSTRKE TECHNIQUES FOR EYEBROW   ALOPECIA AND CLEFT LIP Catly Brown,EYBROWS FOR ALL FACE SHAPES   Terri Folker,NATURAL LIPS Marcel Reintjens,EARN MORE THAN €100.000 Dirk Lewe, PIGMENT INNOVATION Saskia Kusters, META TERAPY Lin Van Son,THE COMEBACK OF THE LIPLINER Fleur Pajens,     BE FAMOUS ON INTERNET Frida Werensteyn, SLOOP NEEDLES WORKSHOP Joyce Jacobs, SLOOP NEEDLES WORKSHOP   CONSIDERAZIONI  DI ALCUNE RELAZIONI:AREOLA PIGMENTATION   Tecnico relatore: Rosemarie Beaucherrin La tecnica che usa è disegnare prima il contorno dell’areola in modo leggero, con tratti sfumati al bordo esterno dell’areola, delinea il centro del capezzolo al quale lascia un alone chiaro tutto intorno.Lavora sia in senso circolare che lineare con ago sloop per sfumare.Con un ago  sottile  al centro del capezzolo disegna alcuni punti scuri per renderlo tridimensionale.Alla fine sempre con ago sottile alcuni punti bianchi nella zona dell’areola danno un senso di naturalezza. FACIAL EXPRESSION Tecnico relatore:  Wayne  Shi Con bellissime immagini ha mostrato come le sopracciglia   in armonia con il viso possano migliorare l’immagine dell’intero volto, mettendo in evidenza il carattere della persona.Cambiare sopracciglia è una trasformazione esteriore ed interiore, difficile portare sopracciglia dolci se si ha un carattere aggressivo. DUAL COLOR WASH LINER  Tecnico relatore:  Majeken Villefranca Con un ago sloop a piatto lavora lentamente andando dal bordo delle ciglia verso la palpebra e sfumando verso la tempia con il colore  verde oliva,  disegnando un eye liner abbastanza  grande in 3 passaggi.Sopra questo con un ago 5 punte shadow lavorando a piccoli cerchi viene disegnato un secondo eye liner più piccolo, di colore grigio non troppo scuro vicino al boro cigliare.In una seduta successiva o precedente viene fatto l’eye liner nero.Il risultato finale  sembra quello di un ombretto sfumato sopra l’eye liner. ASIAN HANDTOOL VS. MICROPIGMENTATION Tecnico relatore: Wayne Shi Sopracciglia con 3 colori , il blu, il rosso e il nero, eseguito con lama manuale a 14 aghi in linea.I 3 colori devono essere di 3 tonalità che si sposano con i colori della persona, uno tendente al rosso, uno tendente  al blu e uno tendente al nero.La lama è montata su un supporto e deve essere messa obliqua dopo aver misurato la lunghezza del dito dell’operatore.Dopo aver mostrato disegni molto precisi dell’andamento che vuole dare al pelo esegue una dimostrazione pratica .Il lavoro inizia ponendo dei  peli nella direzione di quelli naturali con una tonalità chiamata blu, i peli vengono eseguiti  con un movimento della mano molto dolce anche se decisa.Il polso ha un movimento che aiuta l’ago a inserirsi nella pelle, la pressione è l’unica  spinta che permette al colore di entrare.I peli vengono tracciati  dal centro del corpo delle sopracciglia  verso la coda per poi passare alla parte centrale verso il naso, sono molto radi perché poi tra uno e l’altro dovranno essere inseriti anche quelli di altri  2 colori, il rosso e il nero.Un lavoro veramente molto bello, eseguito con la massima  precisione e con un risultato naturalissimo HAIRSTRKE TECHNIQUES FOR EYEBROWS Tecnico relatore:  Caren Beets Con un ago flat a 4 punte disegna dei peli che creano una base di colore, mentre con un ago a una punta disegna peli più netti con un colore più scuro.Di nuovo con il flat crea delle ombre e poi con il chiaro definisce alcuni punti per definire meglio i  peli. PIGMENT INNOVATION (Colori) Tecnico relatore:  Dirk Lewe Ha parlato dei componenti dei colori e dalla difficoltà dei produttori di stare sul mercato, il pigmento dal 2008 ha dei parametri RESAP i cui rientrare che si sono modificati nel tempo. Il pigmento, non essendo considerato ne un cosmetico ne un farmaco crea un po di confusione.Il dilemma dei colori organici o inorganici o della dimensione continua ad essere confuso per noi operatori.NATURAL LIPS Tecnico relatore: Terri FolkerDopo aver disegnato le labbra con una matita della tonalità scelta accentua con una matita bianca la linee di precisione su cui dovrà eseguire il primo passaggio.Crea un natural lips usando un ago sloop a 3 punte, facendo una prima linea solo la punta dello sloop e continuando con l’ago di piatto per la sfumatura. ALOPECIA AND CLEFT LIP Tecnico relatore:  Karen Betts Visione di un video dove tratta alcune persone con alopecia  a cui costruisce sopracciglia, occhi e labbra.In un caso di paroschisi esegue un allargamento della porzione mancante che sfumerà per ottenere un bellissimo risultato molto naturale.Alla fine del video le clienti  la ringraziano  emozionate per l’ottimo lavoro eseguito. SLOOP NEEDLES WORKSHOP  Tecnico relatore: Frida Werensteyn   &  Joyce Jacobs In una sala dopo la spiegazione di come utilizzare al meglio l’ago sloop è stato possibile provare in pratica su materiale sintetico, sotto la super visione delle tecniche Frida Werensteyn e Joyce JacobsAlla fine delle 2 giornate di nuovo tutti insieme nella sala grande, i relatori rispondono  alle domande scritte che i partecipanti hanno rivolto ad ognuno di loro, il ritiro del certificato di presenza conclude  la conferenza. COMPLIMENTI Complimenti  a tutti i relatori per l’alto livello di competenza.Complimenti agli organizzatori per la funzionalità della location, per la  puntualità e per avere tenuto sempre a disposizione degli ospiti  bevande e spuntini, molto piacevoli anche  l’aperitivo e il pranzo nella bella sala giardino d’inverno dell’hotel. DIFFICOLTA L’unico limite è stato non avere traduttori simultanei, difficile seguire le spiegazioni in maniera ottimale in un’altra lingua.Sullo schermo non sempre dalle riprese era possibile vedere bene il lavoro pratico eseguito dal relatore. RINGRAZIAMENTI Grazie ai soci ATEC  che hanno sponsorizzato il nostro invio alla conferenza.Grazie ad Annamaria  Finelli relatrice Italiana   per averci  aiutato  nei contatti  con gli organizzatori.Un grazie particolare ad Enrico D’assisti,  micropigmentista e socio ATEC per aver organizzato tutto il viaggio in soli due giorni, ottimo cicerone e simpatico compagno in questa divertente avventura. CONCLUSIONE Due giorni impegnativi e stimolanti,  il movimento inevitabile per seguire le conferenze da una sala all’altra  ha creato maggior contatto tra i partecipanti.Bella l’energia tra le persone, i break  ben organizzati erano anche un momento per chiedere informazioni sulla conferenze più interessanti da vedere.Nel complesso direi ottima esperienza. BUON LAVORO A TUTTI                                                                                                                                                                  Claudia Magnani 

News inserita il 12/10/2013

capezzolo

Corso Ricostruzione Areola Mammaria 2 livello

Bologna 21 settembre 2013

 Corso Ricostruzione  Areola Mammaria 2 livello 

Il secondo livello  di ricostruzione dell’areola mammaria organizzato da ATEC a Bologna si e’ svolto come il primo  nella  splendida location dell’associazione DUEPUNTILAB.
In via Solferino   19Stefano  Marchesini, noto tatuatore bolognese gentilmente ha messo di nuovo a nostra disposizione la sua esperienza.Insieme  abbiamo confronto le varie tecniche, frutto  di  tanti corsi svolti da ognuno di noi e dal lavoro di  anni.La giornata e’ iniziala con ulteriori informazioni sulle varie apparecchiature ed aghi  che si trovano oggi sul mercato , della differenza di un lavoro  eseguito con  attrezzature  piu’  delicate a quelle piu ‘ potenti.
Si e’ approfondito la differenza di approccio al tessuto di questa zona rispetto a quella dl viso.I tatuatori spesso  trattano i capezzoli con disegni e colori scuri, mentre noi lavoriamo con colori piu’ chiari e in sfumatura, spesso solo sull’areola mammaria, interessante sapere che per un disegno tatuato nella zona toracica la pelle del capezzolo reagisce esattamente come il tessuti circostanti.  Nel pomeriggio si e’ svolto il lavoro pratico di  misurazione, posizionamento  e trasporto   del disegno  globale del capezzolo a dimensione naturale.
La collaborazione di tutti e’ stata importantissima per arrivare a semplificare e velocizzare il procedimento.
Come socio  fondatore  ATEC vorrei esprimere il grande piacere di ritrovarci in queste occasioni, nonostante sino ormai passati 10 anni continuiamo a crescere insieme   professionalmente.Un Grazie a Stefano Marchesini, a tutti i soci ATEC  e in particolare a Laura Cioni per l’organizzazi
Bologna 21settembre 2013

 Buon lavoro a tutti, Claudia Magnani

News inserita il 24/09/2013

Prossimo adeguamento della regione Calabria per tatuaggi e piercing

La Giunta regionale si è riunita – informa una nota dell’ufficio stampa della giunta – sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Scopelliti, con l’assistenza del dirigente generale Francesco Zoccali. Su proposta del Presidente Scopelliti, sono state approvate linee guida per l’esercizio delle attività di tatuaggio, piercing , trucco permanente e semi permanente. E’ stato recepito l’accordo Stato regioni “definizione dei poli di funzionamento del registro nazionale italiano donatori di midollo osseo , sportello unico per la ricerca e reperimento di cellule staminali emopoietiche da donatore non consanguineo “. E’ stato approvato il protocollo d’intesa tra la Protezione civile regionale ed il consorzio di bonifica ionio catanzarese. E’ stato deliberato l’adeguamento ai modelli di organizzazione e di gestione, attraverso l’approvazione del progetto di legge che ha come oggetto la “disciplina delle responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica”. Su proposta dell’Assessore al Bilancio Giacomo Mancini, sono state approvate le misure per favorire il rispetto del patto di stabilità interno 2012 ed il “Piano dei pagamenti 2012”. Su proposta dell’Assessore alla Cultura Mario Caligiuri, è stato approvato il protocollo d’intesa tra la Regione, il Comune di Melissa e la provincia di Crotone , per la creazione di un Museo sui 150 anni dell’Unità d’Italia. (ANSA).

News inserita il 15/05/2012

Aghi personali un malcostume che oltre ad essere pericoloso è anche reato

E’ diffusa la tendenza a consegnare l’ago con il quale si è effettuato un trattamento di dermopigmentazione al fruitore del sevizio per conservarlo e riportarlo all’operatore per un successivo trattamento…ciò oltre ad essere una pratica che mette a repentaglio la salute stessa in quanto l’ago perde la sterilità e sicuramente entra in contatto con elementi non sterili, COSTITUISCE REATO .

Diffidare quindi di un operatore che per risparmio o peggio ancora addicendo che con questo agire vi garantisce la personalizzazione dell’ago, contravviene ad  elementari  norme igienico sanitarie, tenere a mente che il pericolo è reale, si Rammenta ai fruitori e a quanti si improvvisano dermopigmentatori che le norme igienico sanitarie sono parte integrante e prioritaria di un trattamento di dermopigmentazione e tutti gli elementi che concorrono alla sua realizzazione devono assolutamente avere dei requisiti di sterilità,o essere monouso o che comunque permettano la sterilizzazione delle parti che verranno succcesivamente riutilizzate da supporto a quelle monouso sterili .  L’ago  oltre a venire a contatto con la pelle è in contatto con la macchinetta del tatuaggio quindi la sua eventuale contaminazione si trasmette a tutto l’apparecchiatura che concorre all’espletamento del trattamento, da questa semplice osservazione si deduce l’importanza del monouso e della possibilità di sterilizzare le parti dell’apparecchiatura fisse o che comunque vengono usate più volte 

News inserita il 11/05/2012